DA BERE E DA MASSAGGIARE, LA LAVANDA ASSORBE I LIQUIDI!

E’ noto che la lavanda sia un efficace calmante e non a caso ancora oggi si mettono i suoi fiori tra la biancheria per darle un profumo riposante. Usali anche per preparare un infuso che fa dormire bene e ti drena durante il sonno!
Insomma i fiori di lavanda sono ottimi anche da bere, da soli o abbinati ad altre erbe rilassanti e disintossicanti, come ad esempio la melissa o la verbena: provali in un infuso da bere alla sera che oltre a favorire il sonno e a stemprare lo stress (ricorda che ha un’azione infiammatoria) aiutera’ a smaltire con la prima urina del mattino le scorie che appesantiscono le gambe!

FAI COSI’!
In una tazza d’acqua fai bollire per 10 minuti un cucchiaino di fiori di lavanda e bevi alla sera dolcificando con un cucchiaino di miele.
Per un’azione d’urto sulla cellulite piu’ indurita, “nodosa” e dolorosa, all’impacco e al bagno si possono associare un infuso da bere la sera e un unguento da massaggio in cui la lavanda e’ associato all’olio di mandorle, che regala compattezza e turgore alla pelle, attenuando il tipico aspetto bucherellato “a buccia d’arancia”.

 I SAPORI PER DIMAGRIRE

Sei diversi sapori sono quelli che conosciamo , ma per dimagrire si devono bandire o limitare i cibi dal sapore dolce, salato e acido per fare largo spazio a cibi dal sapore PICCANTE, AMARO ED ASTRINGENTE che contengono appunto l’energia dell’ aria e dell’ fuoco che stimolano lo smaltimento di liquidi e grassi.
Il sapore piccante aiuta a dimagrire
Un cibo piccante riscalda l’organismo e come tale è in grado di aumentare il metabolismo basale e quindi aiuta a perdere peso perché’ aiuta a bruciare i depositi di tossine e grasso dell’organismo favorendo la perdita di peso. Per cui tutte le spezie sono ammesse!
Il sapore amaro aiuta a depurare l’organismo
Il gusto amaro fa diminuire la salivazione e crea in bocca una sensazione di secchezza che riduce l’appetito. L’amaro, al termine di un pasto, neutralizza le sensazioni gustative e attenua la voglia smodata di cibo. L’amaro riduce inoltre la voglia di dolce.
Il sapore astringente aiuta a ridurre l’acqua e i grassi
I cibi che hanno un sapore astringente decongestionano la mucosa della bocca e quella gastrica. La bocca, dopo aver gustato un cibo dal sapore astringente, si asciuga e la fame si attenua o scompare.

MELOGRANO:UNO SCRIGNO DI SALUTE

Grazie al suo elevato contenuto di antiossidanti presenti nel succo, svolge un’ importante azione antitumorale, antinvecchiamento e protettiva su cuore ed arterie.La capacita’ antiossidante del succo di melograno e’ stimata essere 3 volte superiore a quella del vino rosso. Il principale meccanismo d’azione sembra essere la protezione dallo stress ossidativo, che come noto, e’ dovuto alla perdita di equilibrio tra la produzione di sostanze chimiche che inducono stress ossidtivo e le difese antiossidanti.Tale sbilanciamento puo’ essere contrastato attraverso l’aumento delle difese antiossidanti, quindi con l’aumento del consumo di alimenti ricchi di polifenoli e di fitonutrienti come, appunto il melograno!

SENSAZIONE DI PESANTEZZA DIFFUSA? E’ LA PRIMA SPIA DI INTOSSICAZIONE DELLA LINFA, SCOPRI COME RIPURIRLA!

La matrice costituisce un tessuto intelligente e dinamico che oltre a sostenere e ad avvolgere gli organi e a regolare lo scambio di ossigeno, nutrienti e sostanze di scarto, contiene milioni di cellule immunitarie che neutralizzano tossine, germi, e batteri ed impediscono anche lo sviluppo di nuclei tumorali.
Quando le tossine ed i metaboliti aumentano la matrice assume una consistenza piu’ densa, vischiosa e gelificata, questa fase corrisponde alla cosiddetta “stasi linfatica”: i capillari si intasano, gli scambi tra le cellule diventano lenti e faticosi, gli scarti metabolici ristagnano ed il corpo inizia a perdere energia.

LE CAUSE?
1. Una dieta ricca di cibi acidificanti, come alimenti di origine animale ( carni, salumi, burro) sale, zuccheri ed alcolici, e povera di fibre, vitamine e minerali;
2. La tendenza a bere poco ( meno di un litro e mezzo di acqua al giorno);
3.L’abuso di farmaci e fumo;
4.Una scarsa attivita’ fisica